Omelia delle domeniche e feste Anno B
"Vieni al Padre, fonte di Misericordia"
2 agosto 2021 * S. Maria degli Angeli
itenfrdeptrues

15 Missione apostoli
Testi liturgici: Am 7,12-15; Ef 1,3-14; Mc 6,7-13
Per il documento: clicca qui
Poniamoci subito una domanda. Perché Amasia dice ad Amos:
“Vattene, veggente, non profetizzare a Betel perché questo è il santuario del re?”.
Da notare che dice tali parole a nome e per conto del re Geroboamo.
Le dice a seguito del fatto che Amos aveva pronunciato e continuava a pronunciare dure parole di richiamo sia al re che ai suoi seguaci. Parole che era stato costretto a dire per il loro mal comportamento, profetizzando per essi perfino l’esilio.
Ed allora, non potendolo più sopportare, il re dà ordine ad Amasia che gli dica di allontanarsi dal suo regno.
Perché questo incarico ad Amasia e non ad altri?

Perché Amasia, essendo sacerdote, non era solo il custode del santuario, cioè della fede religiosa del popolo; ma anche perché era il custode del regno, cioè colui che doveva garantire il potere del re.

L’allontanarlo non sarebbe stato difficile perché Amos non risiedeva nel territorio di quel regno e di quel santuario religioso, ma risiedeva nel regno di Giuda.

Comunque, Amos ci tiene a dire che il suo intervento non era stato per una propria scelta e volontà, ma solo per una obbedienza al Signore. Lo esprime con queste parole: “Non ero profeta, né figlio di profeti; ero un mandriano e coltivavo piante di sicomoro. Il Signore mi disse: Va profetizza al mio popolo”.

Possiamo applicare a noi nell’oggi?

Certamente, perché stiamo vivendo una situazione analoga. Infatti, sia in campo religioso sia in quello civile, stiamo andando fuori strada, la maggior parte noi, consapevolmente o meno, non stiamo vivendo nella maniera che piace al Signore.

In tale situazione che deve fare il buon cristiano, quello retto e sincero, che vuole rimanere tale?  Cosa possiamo fare noi?

Dobbiamo comportarci alla maniera di Amos. Infatti, anche noi in forza del battesimo siamo chiamati ad essere profeti, cioè a parlare e comportarci secondo il pensiero di Dio e non secondo quello del mondo, richiamando pure gli altri se non sono in linea. Però dobbiamo tener presente anche le conseguenze. Infatti, quelli che vivono secondo la mentalità del mondo, non riusciranno a sopportarci, e pertanto ci avverseranno, ci isoleranno, ci allontaneranno.

Come accennavo pocanzi, oggi ci troviamo nelle stesse situazioni.

Sostanzialmente sono le medesime che denunciava Amos: stessi soprusi, analoghi interessi e perversioni, sino al punto di permettere e legalizzare perfino quello che è male.

Se non siamo ascoltati, cosa ancora fare in concreto?

Non rimane che il doversi comportare proprio come suggerito da Gesù: “Se non vi accogliessero e non vi ascoltassero, andatevene e scuotete la polvere sotto i vostri piedi come testimonianza per loro”.

Cosa vuol dire scuotere la polvere?

Vuol dire che noi continuiamo nella strada voluta dal Signore con la speranza che la nostra testimonianza porti i suoi frutti da raccogliersi solo quando e come piacerà al buon Dio.

Il tutto questo, ovviamente, con sofferenza ma anche con serenità interiore.

Ed allora, se ci trovassimo in tale situazione, dobbiamo ugualmente lodare e benedire il Signore, facendoci consolare proprio dalle parole di Paolo, come abbiamo ascoltato: “Benedetto Dio, che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale nei cieli in Cristo. In lui ci ha scelti per essere figli adottivi”.

Cosa c’è di più bello che essere e rimanere figli di Dio e suoi eredi?

Sac. Cesare Ferri rettore Santuario San Giuseppe in Spicello

Iscriviti alla mailing del Santuario. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio.
captcha 

facebook

"... io piego le ginocchia
davanti al Padre,

dal quale ogni paternità
nei cieli e sulla terra." (Ef. 3,14-15)

Visite agli articoli
2674159

Abbiamo 488 visitatori e nessun utente online